IL POVERO DIAVOLO, primo singolo del nuovo album di Effe Punto

Primo estratto da Coccodrilli, album in uscita 30 novembre 2017.
Registrato presso Igloo Audio Factory da Andrea Sologni e terminato a Milano da Effe Punto. Hanno suonato: Gianluca Gambini (batteria), Jacopo Tarantino (sintetizzatori), Effe Punto (chitarre, sintetizzatori e voce). Mix e Master di Andrea Suriani, presso Alpha Dept. Bologna, settembre 2017.

Il Povero Diavolo È stato il diavolo a metterlo in croce l’ultimo lavoro prima dell’addio non fece troppo caso a quella voce che diceva in giro quello è come un Dio Fu il caso, la sfortuna, la cattiva sorte che diede alla disgrazia un poco di speranza il Povero Diavolo fece del suo meglio non immaginava certo l’importanza Che questa storia è solo un brutto affare son pagato troppo poco per questo lavoro ho dato tutto senza fiatare a chi mi chiedeva cosa potessi far per loro uscirne pulito non è poi complicato è solo un errore di valutazione in fin dei conti io non ho mai rubato ho solo messo in croce delle persone Cambiati i tempi come le mutande lasciate le sentenze ai posteri ai violenti non dare peso ai fatti mai ai commenti delle ragazze fragili su tacchi alti Tu che parli molte lingue tu conosci il futuro approfitta del prossimo o rimarrai solo il Povero Diavolo è stato solo il primo di una serie di eventi senza molto culo Guardati intorno rifatti gli occhi chill’ non è fatto per andare in giro e chiedi se hai bisogno basta che non tocchi che qui costa tutto caro come un bel sorriso ero una signora giovane e spietata la regina del lusso ‘a maronna viziata tu assomigli all’uomo che non mi ha meritata per questo con te sarò più cara e buona Ma la notte è stanca il figlio meno recita una parte in un film-spavento che la signora crede che sia scemo un altro Povero Diavolo vittima del suo tempo La trovò nuda con le tette al vento e mirò al cuore come ad un tiro a segno il buio non ha occhi ma porta consiglio allo spirito santo e anche al padre e al figlio aiuta chi ti aiuta salva i traditori non siamo tutti diavoli o confessori chi vince vince tutto non ci sono premi che a consolare gli ultimi saranno i primi.